Menu

Rassegna stampa 2015-2016

Napoli, 24 giugno 2016

 

 

 AL VIA LA II EDIZIONE DELLA NAPLES SHIPPING WEEK

Napoli – 27 giugno /2 luglio 2016

Lunedì 27 giugno inaugura la II edizione della Naples Shipping Week, interamente dedicata alla cultura e all’economia del mare organizzata da Propeller Club Port of Naples e ClickutilityTeam che animerà il capoluogo campano fino al 2 luglio prossimo. Oltre 200 i relatori coinvolti nei 40 eventi a calendario per gli operatori del settore e non, tra cui si segnalano: l’8^ edizione diPORT&SHIPPINGTECH, forum internazionale dedicato all’innovazione tecnologica per lo sviluppo del cluster marittimo, Main conference della manifestazione e la CENA MEDITERRANEA, evento conclusivo riservato ai partecipanti della Naples Shipping Week,che si svolgerà a PALAZZO REALE, luogo simbolo di Napoli. Innovazioni tecnologiche, governance dei porti, autostrade del mare, sicurezza e welfare, combustibili rinnovabili, nuovi mercati sono alcuni dei temi che saranno affrontati durante la settimana che, oltre ai momenti di networking e approfondimento riservati al cluster marittimo, offrirà eventi speciali e iniziative culturali e divulgative aperti alla cittadinanza. La Naples Shipping Week –sottolinea il presidente Giuseppe D’Amato – gratifica l’orgoglio partenopeo dello shipping, storicamente insediato nel nostro territorio, e riconferma l’importanza di Napoli. Il capoluogo campano è infatti all’avanguardia in Italia grazie alla presenza del 50% circa della flotta mercantile nazionale, costituita da navi moderne e tecnologicamente avanzate e che fanno capo ad armatori della Provincia di Napoli, confermando la leadership napoletana già presente da tempo del Regno delle due Sicilie.  Abbiamo a Napoli anche l’unica Università dello Shipping in Italia(la prestigiosa Università Parthenope) e la Fondazione IPE(che svolge Master annuali  di eccellenza in Shipping e Logistica). Pertanto – aggiunge D’Amato - Napoli merita una grande e prestigiosa Shipping Week affinché la sua eccezionale tradizione marinara, passata e presente, possa essere riconosciuta in tutto il mondo. Questa seconda edizione della Naples Shipping Week- aggiunge Umberto Masucci, Presidente The International Propeller Club Port of Naples - metterà in mostra le grandi capacità del cluster marittimo napoletano e campano, contribuendo a rinsaldare il rapporto fra il Porto e la città, restituendo slancio ed entusiasmo allo scalo di Napoli. Con quest'evento, gemellato con la città di Genova, offriamo ad anni alterni una manifestazione dedicata alla cultura e all'economia del mare. Napoli per sette giorni diventerà la capitale dello shipping grazie a un grande evento internazionale che coinvolgerà i principali attori riuniti qui per discutere di temi importanti e attuali.  A questo si aggiunge la presenza per tutta la settimana dell'Amerigo Vespucci, la nave scuola della Marina Militare, orgoglio di tutti noi e la scelta delle Capitanerie di Porto di organizzare a Napoli il MedForum, la riunione di tutte le Guardie Costiere del Mediterraneo in un momento certamente delicato per il nostro Mare. Numerosi gli ospiti di rilievo e le autorità che hanno confermato la propria presenza ai lavori, tra cui si segnalano:Teresa Alvaro, Direttore Centrale Tecnologie per l’innovazione, Agenzie delle Dogane;Andrea Annunziata, Presidente, Autorità Portuale di Salerno; Antonio Basile, Commissario Straordinario, Porto di Napoli; Antonio Cancian, Presidente, Rete Autostrade Mediterranee Spa; Paolo D’Amico, Presidente Federazione del Mare;  Graziano Delrio, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Vincenzo De Luca, Presidente, Regione Campania; Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli; Gian Enzo Duci, Presidente, Federagenti;  Contrammiraglio (C.P.) Arturo Faraone, Direttore Marittimo della Campania e Comandante del Porto di Napoli; Lorenzo Forcieri, Presidente, Ligurian Ports; Emanuele Grimaldi, Presidente, Confitarma; Amedeo Lepore, Assessore Sviluppo Economico Regione Campania; Ammiraglio di Squadra Donato Marzano, Comandante Logistico della Marina Militare; Ammiraglio Ispettore (C.P.) Vincenzo Melone, Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera; Luigi Merlo, Consigliere Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture; Pasqualino Monti, Presidente, Assoporti; Enrico Maria Puja, Direttore Generale Ministero delle Infrastrutture e dei Trasportiper le Autorità Portuali e Trasporto Marittimo; Edoardo Rixi, Assessore Sviluppo Economico, Regione Liguria; Ivano Russo, Dirigente Gabinetto, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti; Gabriele Toccafondi, Sottosegretario di Stato MIUR; Simona Vicari, Sottosegretario di Stato, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Port&ShippingTech, il Forum internazionale dedicato all’innovazione tecnologica per lo sviluppo del cluster marittimo,Main conference della manifestazione,- sottolineaCarlo Silva, Presidente di ClickutilityTeam- è un evento congressuale consolidato che, grazie alla preziosa collaborazione con il cluster marittimo napoletano aggregato dal Propeller di Napoli, conferma la propria leadership nel panorama degli appuntamenti internazionali dedicati allo sviluppo del sistema logistico-portuale. Ai tradizionali temi — Green Shipping, Smart Port - Safety e Nuovi Mercati - ­quest'anno si affiancheranno nuovi approfondimenti e spunti di riflessione dedicati al Welfare e alla Finanza grazie alle prestigiose collaborazioni che si sono consolidate tra un’edizione e l’altra.

Anche in questa edizione l’intera città sarà coinvolta da conferenze e incontri dedicati allo shipping, alla logistica e all’innovazione tecnologica in campo marittimo e da visite ed eventi culturali organizzati fra la Stazione Marittima, il Molo San Vincenzo, la Stazione Zoologica Anton Dohrn, il Porto di Napoli, Villa Doria D’Angri, Piazza del Plebiscito, l’Università Parthenope di Napoli e altri luoghi del capoluogo campano.

GLI ORGANIZZATORI

PROPELLER CLUB PORT OF NAPLES promuove l'incontro e le relazioni tra persone che gravitano nei trasporti marittimi, terrestri, aerei; favorisce la formazione e l'aggiornamento tecnico, culturale tra tutti gli appartenenti alle categorie economiche e professionali legate alle attività marittime e dei trasporti internazionali e nazionali; aderisce all’associazione italiana dei Propeller Clubs (www.propellerclubs.it)

CLICKUTILITY TEAM è leader in Italia nell’ideazione e realizzazione di eventi B2B per i settori della mobilità sostenibile, logistica, energia, ambiente e high tech. Le sue competenze si sono evolute e consolidate nel tempo. Clickutility Team è oggi riconosciuta tra i più innovativi e originali organizzatori di conference&expo (www.clickutilityteam.it)

COMITATO PROMOTORE: Regione Campania- Comune di Napoli –Autorità Portuale di Napoli. 

MANIFESTAZIONE PARTNER: Genoa Shipping Week.

PARTNER ISTITUZIONALI: Assagenti - Assoporti - Autorità Portuale Salerno - Banco di Napoli - Confitarma - Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera - Corporazione dei Piloti del Golfo di Napoli - Fa.m.a. – Fedarlinea - Federagenti –Fedepiloti – Federchimica -Fedespedi - Fondazione Accademia Italiana Marina Mercantile - Ligurian Port Alliance - Marina Militare -  Rete Autostrade Mediterranee –RINA - Stazione Marittima Terminal Napoli - The International Propeller Clubs - Università degli Studi di Napoli Federico II -Università degli Studi di Napoli Parthenope. MAIN SPONSOR: Wärtsilä.

NAPLES SHIPPING WEEK(www.nsweek.com)

 


17 giugno 2016 - Il Diario Metropolitano

L’umanità delle Tonnare Mamertine nella rilettura del “Leonardo da Vinci”

 

 

 

Si è tenuto nella serata di Sabato 11 Giugno, presso i locali dell’edificio scolastico, lo spettacolo di fine anno dell’ITET “Leonardo da Vinci” di Milazzo dal titolo “Riti e usi delle tonnare di Milazzo”. Il vasto pubblico accorso come ogni anno ha potuto così approfondire attraverso una rielaborazione teatrale le proprie conoscenze circa il passato della città mamertina, che trovava nelle tonnare la principale attività economica locale. Gli allievi dell’Istituto presieduto dalla Prof.ssa Stefania Scolaro hanno infatti portato sul palco la vita degli stabilimenti, fatta di duro lavoro ma anche di solide relazioni umane, operazione resa possibile da un percorso di studio legato alle fonti storiche locali con la quale è stata ricostruita l’attività della tonnara della “’Ngonia” nell’anno 1931, ricordato per l’abbondanza dei pesci pescati. 
La trama, condotta su due diversi piani temporali, si è articolata nel racconto fatto da una nonna alle nipoti dei momenti più significativi della quotidianità vissuta nello stabilimento, facendo rivivere sul palco il duro lavoro necessario a catturare i tonni e lavorarli, le tradizioni di un popolo profondamente religioso ma che non ha abbandonato le superstizioni, le liti e le feste, gli amori e i matrimoni che condivano la vita dei “tonnaroti”, fino alla rivelazione finale. Ne scaturisce un affascinante microcosmo, dotato di una forza vitale fatta di socialità e di tradizione, che vive un complesso rapporto col tonno: è la preda da catturare nelle “camere della morte”, ma è anche simbolo di una vita fatta di istinto e passione e in quanto tale rispettato e inconsciamente imitato. 
Gli studenti hanno pertanto operato una minuziosa ricostruzione della comunità mamertina degli anni ’30 elaborandone le danze, rappresentative della pluralità di classi sociali coesistenti in città ma anche espressione più pura del rapporto tra uomo e pesce, interpretando la tragedia della vita negata nell’ultimo momento d’amore; i canti tradizionali, realizzati con il contributo del Prof. Giuseppe D’Amico, che conservano nel ritmo i richiami della dominazione araba; la scenografia, che restituisce agli spettatori la sconvolgente bellezza della ‘Ngonia e della natura milazzese, al contempo dolce e aspra, incarnata dai fichi d’india e dai fiori di bouganville.
La pièce teatrale ha visto quali protagonisti gli allievi partecipanti al progetto contro la dispersione scolastica condotto dalla prof.ssa Maria Ellandri e Dora Barone per perseguire finalità di integrazione, socializzazione e incentivo al rafforzamento dell’autostima dei ragazzi coinvolti, che hanno così avuto modo di mettere alla prova le proprie capacità relazionali e di apprendimento attivo; le sfide proposte sono state accolte con spirito propositivo dai giovani attori, nella maggior parte dei casi alla loro prima esperienza recitativa, superando in particolar modo l’ostacolo costituito dall’uso del dialetto locale per gli allievi stranieri che hanno impersonato i panni di padroni e lavoratori.

 


30 maggio 2016 - Oggi Milazzo

Oggi Milazzo InClasse, a Palazzo D’Amico premiati i vincitori

 

Si è conclusa con una premiazione a Palazzo d’Amico il concorso “Oggi Milazzo InClasse”, patrocinato dal Comune di Milazzo e dall’Assessorato alla Cultura e alla Pubblica Istruzione, che ha visto un centinaio di ragazzi selezionati tra le scuole medie e superiori della città. Sono stati loro che hanno dato vita al sitowww.oggimilazzo.it/inclasse che per cinque mesi ha ospitato gli articoli scritti dagli studenti-giornalisti. Il loro compito era quello di raccontare Milazzo con un occhio diverso, quello dei giovani. Un esercizio di stile che li ha avvicinati al mondo dell’informazione e che ha consentito loro di toccare con mano la difficoltà e la delicatezza del ruolo del giornalista che deve verificare sul campo le informazioni, fare la sintesi e riportarle in modo chiaro ai lettori. Tematica di stretta attualità grazie allo sfrenato utilizzo dei social spesso in modo improprio, senza regole o cautele.

A Palazzo d’Amico sono intervenuti i dirigenti scolastici delle sei scuole partecipanti al concorso i docenti referenti del progetto, il comandante della compagnia dei carabinieri, capitano Antonio Ruotolo, e il comandante della Compagnia della Guardia di Finanza, Capitano Michele Milazzo. Presenti anche i rappresentanti degli sponsor che hanno messo a disposizione i premi consegnati ai vincitori (Emmecart, Horme, Libreria Filoramo, Parco Corolla, Perdichizzi Gioiellerie). A fare gli onori di casa il sindaco Giovanni Formica e l’assessore alla Cultura Salvatore Presti. Il comune di Milazzo, visto “l’alto valore culturale” dell’iniziativa, ha ritenuto concedere un patrocinio gratuito all’evento.

Ad intervenire anche la GIURIA presieduta dal direttore di Oggi Milazzo, Rossana Franzone, e composta da Nino Amadore, redattore del quotidiano Il Sole 24 ore,Manuale Modica, giornalista del quotidiano La Repubblica (assente giustificato il terzo componente Fabio De Pasquale, portavoce del Presidente dell’Assemblea regionale siciliana). I loro interventi hanno dato vita ad un breve dibattito sul futuro dell’informazione e sull’utilizzo dei social. Il sindaco Formica, invece, ha incassato con fair play le critiche sull’istituzione dei parcheggi al centro della Marina Garibaldi al punto da avere premiato personalmente gli autori dell’articolo dal titolo: Ai parcheggi in Marina? Diamo l’oscar per la “Grande…bruttezza”.

Gli articoli selezionati e premiati tra quelli inviati dagli studenti della SCUOLA MEDIA sono per la sezione AL MICROFONO: “Antony Andaloro, è milazzese il primo cuoco non vedente d’Italia” scritto da Andreina La Cava – Alessia Palmi – Francesca Foti. Per la sezioneSCUOLA “Legalità, Giovanni Falcone un nostro compagno di classe” di Erika Salamone – Elisa Russo (Istituto Comprensivo Primo – Dirigente Elvira Rigoli – Docente Referente Maria Grazia Caliri). Per la sezione CRONACA “Vaccarella, ecco come si viveva nel borgo dei pescatori” di Antonio Pirrone e “Milazzo, quando in Marina Garibaldi si faceva la “rizza”di Giuseppe Bertè. (Istituto Comprensivo Secondo – Dirigente Alma Legrottaglie – Docente Referente Donatella Imbesi). Per la sezione ATTUALITA’ “Ai parcheggi in Marina? Diamo l’oscar per la “Grande…bruttezza” Claudia CultreraAntonella Sgrò e per la sezione SPORTBasket, il coach Nello Principato e i suoi 50 anni di carriera” di Davide De Gaetano (Istituto Comprensivo Terzo Dirigente Licia D’Alì Docente Referente Mariarosa Bauro/Maria Lorella Meo).

Ad aggiudicarsi il PREMIO SOCIAL assegnato al testo più letto è stato Gabriele Spoto (II C Media Garibaldi) autore dell’articolo “Castello di Milazzo, il mistero della suora scomparsa”visualizzato oltre 4800 volte.

Per gli ISTITUTI DI ISTRUZIONE SUPERIORE. Sezione AL MICROFONO “Giovanni Petrungaro: «Ecco la Milazzo che vorrei»” di Gabriele Petrungaro e sezione SCUOLA “Sei alunni dell’Impallomeni al Certamen Lat Mut di Modica” di Alessandro Aspa (Istituto di Istruzione Superiore “Impallomeni” Dirigente Caterina Nicosia Docente Referente Tonia Bonfanti,Loredana Stagno). Sezione ATTUALITA’ “La scuola, il nostro futuro” di Ramona Parisse. (Istituto Tecnico Tecnologico “L. Da Vinci” – Dirigente Stefania Scolaro Docenti ReferentiPaola Cotroneo e Teresa Frisone). Sezione CRONACA. “Milazzo, il liceo Guttuso porta l’arte in via Medici” Sonia Milone –Roberta Restivo – Alba Siracusa (Istituto Superiore “Renato Guttuso” Dirigente Delfina Guidaldi Docente Referente Anna Arizzi).

 

 


5 maggio 2016 - "ANSA"

FONDI UE: INCONTRO CONCLUSIVO «A SCUOLA DI OPEN COESIONE» Il 9 maggio a Palermo organizzato da Euromed Carrefour (ANSA) - PALERMO, 5 MAG - L'Incontro conclusivo del progetto «A Scuola di Open Coesione», organizzato e gestito dall' Associazione Euromed Carrefour - Antenna Europe Direct di Palermo« si svolgerà lunedì 9 maggio dalle 9,00 alle 13,30 presso l'Aula Li Donni della Facoltà di Economia di Palermo. Circa 300 studenti provenienti da tutta la Sicilia incontreranno i Rappresentanti della Regione Siciliana e del Comune di Palermo per raccontare, con elaborati creativi, i progetti monitorati e realizzati con i Fondi Strutturali in Sicilia. Nell'occasione verrà annunciato il vincitore del miglior progetto realizzato dai ragazzi delle scuole italiane coinvolte. A Scuola di OpenCoesione è un percorso innovativo di didattica interdisciplinare rivolto alle scuole secondarie superiori. Promuove principi di cittadinanza consapevole, attraverso attività di monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici e l'impiego di tecnologie di informazione e comunicazione a partire dai dati aperti (open data) pubblicati sul portale OpenCoesione. (http://www.ascuoladiopencoesione.it/) L'inziativa è frutto di un accordo siglato nel giugno 2013 tra il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e il Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica. (ANSA).

 


28 aprile 2016 - "Le courrier Picard"

 

 

 18 aprile 2016 - Oggi Milazzo

“Professione navigare”, stage alla LibertyLines per gli studenti del Da Vinci

 

Al centro la dirigente del "Da Vinci" Stefania Scolaro

Anche l’Istituto Tecnico – Economico - Tecnologico “L. Da Vinci” di Milazzo sarà coinvolto nel progetto “Professione navigare” lanciato da LibertyLines. L’obiettivo è quello di offrire agli studenti gli strumenti e le conoscenze necessarie al fine di sviluppare le competenze pratiche ed esperenziali finalizzate all’inserimento lavorativo in collaborazione con il Provveditorato agli studi della Provincia di Trapani e con l’Istituto mamertino guidato da Stefania Scolaro. Al progetto parteciperanno in totale 75 studenti delle IV e V classi degli istituti individuati. «Le finalità – si legge in una nota – sono quelle di dare ai giovani, ormai prossimi al diploma, di poter acquisire esperienza diretta sul campo, introdurli in un ambiente lavorativo corrispondente agli studi effettuati e, chiaramente, stringere rapporti tra la scuola e l’azienda in un quadro di reciproche convenienze e sensibilità. In Sicilia – sostiene la nota – è la prima volta che si avvia un progetto simile che contribuisce a dare quel quid in più agli insegnamenti impartiti e a far si che i giovani della nostra terra sviluppino conoscenze in linea con il resto del paese e abbiano le stesse opportunità di inserimento lavorativo». Il coinvolgimento degli studenti avverrà attraverso corsi e stage sul campo per Customer Assistance ed attività di coperta e macchine. Al termine del corso che verrà sviluppato fino al termine dell’anno scolastico 2015-2016, ai migliori due studenti del corso della Provincia di Trapani ed ai due migliori studenti del corso di Milazzo verrà riconosciuto un contratto di lavoro a tempo determinato.


 

 

 

 


13 marzo 2016 - Oggi Milazzo

 

Istituto Da Vinci, 47 studenti al gemellaggio con il Nautico di Savona

Quarantasette studenti del neo Istituto Nautico Leonardo da Vinci di Milazzo si sono gemellati a Savona, il 7 marzo su Nave Costa Neoclassica, con l’Istituto Nautico L. Pancaldo (fondato nel 1856) . L’attività è stata possibile grazie al coordinamento ed il supporto di Capitaneria di Porto e Costa Crociere. Il gruppo siciliano – proveniente da Milazzo, città che ha dato i natali all’Ammiraglio Luigi Rizzo (leggendario eroe che, quando affondò la Santo Stefano, era supportato da un secondo Mas comandato (si noti la e coincidenza) dal Guardiamarina savonese Giuseppe Aonzo) – è giunto a Savona il 5 Marzo. E’ stato subito ricevuto in Capitaneria, dove ha trascorso mezza giornata per l’orientamento marittimo, e nel pomeriggio ha visitato il bel museo navale allestito presso la sede storica del vecchio Istituto savonese.

E dunque, il 7 Marzo, l’evento quasi solenne di battesimo del neo Istituto marittimo siciliano, nato nel 2014/2015 e che solo l’anno prossimo avrà le prime terze classi. Una cerimonia sobria ma allo stesso tempo bella e molto significativa – svolta a bordo di Costa NeoClassica, la nave più tradizionale (per età e stile) della flotta comandata dal francese P. Fichet Delavault – nel porto di casa in Mediterraneo per Costa Crociere. Un evento marittimo d’eccellenza nello scenario più appropriato, che ha visto testimoni importanti alternarsi sul palco per attestare ed imprimere una fondamentale spinta emotiva alla giovane scuola siciliana, dopo che la dinamica dirigente siciliana Stefania Scolaro ed il disponibilissimo collega savonese Alessandro Gozzi si sono scambiati le rispettive dichiarazioni di intenti, alla presenza del milazzese Comandante del Porto di Savona Vincenzo Vitale. Sono intervenuti infatti, il Comandante Delavault, l’Assessore comunale alla Cultura Elisa Di Padova, il Dirigente Costa Crociere Roberto Ferrarini, il Vice Presidente di Federazione del Mare Umberto Masucci, il Presidente dell’Autorità Portuale Gianluigi Miazza, il Direttore di Unione Industriali Alessandro Berta, il Direttore dell’Accademia Mercantile Daniela Fara, e poi per l’industria dell’armamento Luca Bertani di Finbeta, Eraldo Valle di Ciane, Renato Causa di GNV, l’ex allievo del L.Pancaldo, oggi comandante con Costa, Mario Moretta. Tutti con parole di grande incoraggiamento hanno sottolineato come, dallo studio, dalla seria preparazione professionale, dall’elevata specializzazione ottenuta in formazione continua, e dalla dedizione ad una vita di sacrifici ma anche di grandi soddisfazioni, dipende la qualità e, quindi, il successo della nostra industria marittima e portuale. Parole di forte apprezzamento per tutti, e per Costa Crociere che ha ospitato nella propria casa anche dei suoi futuri ufficiali, sono state pronunciate in particolare dal Comandante del Porto e dai due Dirigenti Scolastici. Il Comandante Vitale ha voluto, infine, omaggiare i giovani studenti della presenza del più longevo (97nne) ed importante marittimo della realtà locale – il sorrentino ex sommergibilista e poi per trent’anni pilota del porto Amedeo Cacace – che dal palco ha lanciato ad essi il pregevole messaggio della sua esperienza di marinaio e testimone della storia marittima contemporanea del nostro Paese. L’evento, cui hanno preso parte 150 persone, organizzato in maniera impeccabile dal reparto accoglienza della NeoClassica e che si è concluso con uno scambio di doni e un buffet, è stato seguito anche dalla stampa locale.

La giornata di gemellaggio ha proseguito al L.Pancaldo, dove è stato aperto, alla presenza sempre del Comandante del Porto, un primo tavolo di confronto didattico per orientare al meglio, con la guida del Nautico savonese, il lungo percorso appena intrapreso dai giovani siciliani, che sarà prestissimo suggellato da un Memorandum di intesa fra i due istituti. E’ verosimile (così è nelle intenzioni di Umberto Masucci) che i due Dirigenti e qualche studente meritevole dei rispettivi Istituti vengano invitati agli ultimi due giorni della Shippingweek, che si terrà a Napoli l’ultima settima del prossimo giugno; ciò pure ad attestare che, al momento di celebrazione iniziale, dovranno seguire ulteriori iniziative di coinvolgimento e sostegno verso il neo Nautico siciliano, da parte del cluster marittimo nazionale. In tal senso, infatti, la Dirigente Scolaro ha già ricevuto la disponibilità per un imminente incontro con il Direttore Marittimo della Sicilia Orientale, Ammiraglio Nunzio Martello, volta a delineare, in primo luogo per mezzo della Capitaneria milazzese, quelle attività in cui anche la Guardia Costiera locale potrà concorrere alla crescita della neo scuola marittima.

Infine, la permanenza ligure dei giovani studenti milazzesi è stata inframmezzata, ancora per la loro gioia, da momenti ludici e culturali molto importanti, quali le visite a Nizza, Montecarlo e Genova. Gli studenti milazzesi, accompagnati e seguiti in tutte le loro attività oltreché, dal Dirigente Scolaro, dai docenti Zirilli, Calderone, Faranda e D’Orazio, sono stati apprezzati non solo per l’interesse mostrato in termini di orientamento, ma anche per la loro disciplina tanto in Capitaneria, quanto sulla nave e nelle visite al museo ed al L.Pancaldo.

 


12 marzo 2016

 

Gemellaggio fra gli Istituti Nautici Pancaldo di Savona e L. da Vinci di Milazzo

La simpatica iniziativa grazie anche al supporto della Capitaneria di porto

Il tavolo della dirigenza nell’incontro a Savona tra i due istituti nautici

SAVONA – 47 giovani del neo Istituto Nautico L. da Vinci di Milazzo si sono gemellati a Savona, il 7 marzo su Nave Costa Neoclassica, con il leggendario (fondato nel 1856) Istituto Nautico L. Pancaldo. L’attività è stata possibile grazie al coordinamento ed il supporto di Capitaneria di Porto e Costa Crociere.
Il gruppo siciliano – proveniente dalla città del messinese che ha dato i natali all’ammiraglio Luigi Rizzo (il celeberrimo eroe della 1ª Guerra Mondiale, per la cui impresa di Premuda si celebra il 10 giugno la festa della Marina) – è giunto in Liguria il 5 marzo.

 



 


 


8 marzo 2016 - www.savonanews.it

Siglato il protocollo d'intesa tra il "Ferraris-Pancaldo" e la "Leonardo Da Vinci" di Milazzo

La folta platea è stata accolta dal comandante della nave, Paul Fichet Delavault che ha messo in evidenza come un uomo di mare deve avere il senso del dettaglio all’interno di una dura attività

È stata una bella cerimonia quella di stamattina a bordo della Costa Crociere “Neo Classica”, sponsor di questo evento, nella quale è stato siglato il patto d’intesa tra il nautico di Savona e l’ancora giovanissimo istituto nautico di Milazzo, in provincia di Messina.

L’accoglienza è quella che si riserva alle grandi occasioni, nel teatro della nave erano presenti tutte le autorità di Savona a partire dal comandante della capitaneria di porto, Vincenzo Vitale, che è poi l’artefice di questa iniziativa, i dirigenti dei due istituti, Alessandro Gozzi e Stefana Scolaro, assieme ai loro team di accompagnatori e a una nutrita schiera di giovani studenti, l’assessore alla Cultura del Comune, Elisa Di Padova, Daniela Farra, direttrice dell’accademia italiana marina mercantile, Roberto Ferrarini, rappresentante della Costa Crociere, il direttore dell’Unione Industriali, Alessandro Berta, il presidente dell'autorità portuale, Gianluigi Miazza, il comandante Costa, Mario Moretta, gli armatori Bertani e Valle, il presidente della Federazione del Mare, Umberto Masucci e il dirigente di Grandi Navi Veloci Causa.

La folta platea è stata accolta dal comandante della nave, Paul Fichet Delavault  che ha messo in evidenza come un uomo di mare deve avere il senso del dettaglio all’interno di una dura attività. “Noi – ha detto Delavault - siamo persone che rispettano tutte le culture perché viviamo su navi dove si vive tutti insieme così come è la vostra comunità scolastica che è paragonabile  una comunità di marinai”.

“Sono convinto che questa di oggi – ha dichiarato Gozzi nel suo intervento – sia un’occasione per riunirci con le nostre peculiarità e trovare attraverso storie diverse un percorso formativo comune”.

“Questo gemellaggio ci permette di fare un battesimo – gli ha fatto eco Stefana Scolaro – che ci aiuterà a seguire un percorso importante con il Pancaldo di Savona. Abbiamo voluto fortemente questo incontro perché, anche noi come cittadina di mare, abbiamo una grande storia. Sono grata di questa iniziativa – ha concluso la dirigente del Da Vinci - e auguro ai ragazzi di diventare gente di mare e grandi capitani”.

Durante gli interventi che si sono susseguiti nell'arco dell'incontro di stamattina sono tanti gli elementi emersi legati alla professione marittima che è piena di passione ma anche di grande sacrificio e rispetto per il mare. In particolare il settore marittimo è in continua crescita e offre importanti opportunità di lavoro per i giovani che in questo momento stanno frequentando l'istituto nautico o che si sono appena diplomati.

Si pensi che il comparto marittimo, dall'ultimo rilevamento CENSIS, ha fatto emergere, rispetto a qualche anno fa,  un incremento del 60%. Inoltre, l'alternanza scuola -lavoro, operata grazie alla buona scuola, permette già agli allievi, durante gli studi, di affrontare l'esperienza in mare e a terra. Infatti, questo è un ambito che non necessariamente prevede la navigazione ma si può rimanere a terra occupandosi di logistica, sulla quale entrambi gli istituti puntano oltre agli indirizzi tradizionali, macchine e capitani. L'esortazione che gli intervenuti hanno rivolto ai ragazzi presenti in sala è quella di studiare e impegnarsi. In particolare questo invito è arrivato da  Daniela Farra, direttrice dell’accademia italiana marina mercantile, i cui allievi escono dalla stessa con una professionalità che riescono a spendere subito.

“Milazzo per me rappresenta casa mia – ha esordito il capitano della capitaneria di porto – e sono contento che oggi che i miei concittadini possano usufruire dell’istituto nautico, dopo che io da giovane ho dovuto frequentare il Nautico a Messina. Insieme – ha concluso Vitale - abbiamo portato avanti questa iniziativa con il nautico di Savona che è molto prestigioso”.

Come augurio finale: “Buon vento in poppa”

 


 

3 marzo 2016 - Oggi Milazzo

Stefania Scolaro

Young Business Talents, gli studenti del Da Vinci volano a Milano

Sei squadre dell’Itet “Leonardo da Vinci” di Milazzo, corrispondenti ad altrettante imprese virtuali, disputeranno a Milano le finali Nazionali del Concorso sponsorizzato dalla Nivea: “Young Business Talents”. «Sono orgogliosa dei risultati raggiunti – dice la dirigente scolastica Stefania Scolaro – per i ragazzi è importantissimo partecipare ad un concorso internazionale, si stanno confrontando con studenti di Spagna, Portogallo e Grecia». Gli alunni di ciascuno Stato dal 17 novembre 2015 fino al 1 marzo scorso hanno inserito, settimanalmente, un “business plan” nel simulatore Praxis Mmt di terza generazione, che consente la gestione di un’impresa con le variabili, che nella realtà condizionano l’imprenditore. Così come avviene in qualsiasi mercato, dove si acquistano e si vendono prodotti. Gli studenti, raggruppati in sei aziende virtuali, composte da almeno tre persone, hanno dovuto attuare strategie e tattiche e hanno dovuto scegliere la quantità dei prodotti, i prezzi di vendita al pubblico, i margini da corrispondere ai canali di distribuzione dei beni , il numero e la retribuzione dei venditori, il numero e il tipo di campagna pubblicitaria. Scelte che consentono all’impresa di vincere la concorrenza e di conquistare una fetta di mercato. Delle tredici squadre, selezionate tra le regioni della Sicilia, della Calabria e della Puglia, che andranno a Milano sei provengono dall’Itet di Milazzo e, nelle semi finali, si sono classificate in modo soddisfacente nelle seguenti posizioni: Rainbowgfm (2° classificata); Leolive (4° classificata); Proud (6° classificata); Sisteract (8° classificata ); Littleduck (10° classificata ) e Newadventure (13° classificata ).

 


 

3 marzo 2016 - Oggi Milazzo

 

 

Michele Alfano, Riccardo Maiorana e Dario Fiamingo premiati dalla preside Stefania Scolaro

Giochi Matematici, cinque alunni dell'Istituto Primo alla finale nazionale

"Matematica che passione”. E per i ragazzi dell’ Istituto Comprensivo Primo questa volta è proprio il caso di dirlo a giudicare dai brillanti risultati raggiunti. Sono stati, infatti, protagonisti nella finale di area dei “Giochi matematici del Mediterraneo 2016” che si è svolta il 3 marzo alll’Istituto Leonardo da Vinci di Milazzo. La finale ha visto una massiccia partecipazione, oltre 500 alunni di diverse categorie a partire dalla terza primaria fino alla seconda classe di scuola superiore provenienti da vari plessi scolastici della provincia. Anche quest’anno l’Istituto Comprensivo Primo ha ottenuto grandi soddisfazioni, portando a casa ottimi risultati. La città di Palermo adesso attende per un secondo step, ovvero la finale nazionale, i cinque alunni qualificati sono: Categoria P4: Michele Alfano, Categoria P5: Antonio Barbalace, Categoria S2: Riccardo Maiorana, Categoria S3: Dario FiamingoGiovanni Francesco Zirilli. Gli alunni Michele Alfano, Riccardo Maiorana  e Dario Fiamingo sono stati anche premiati con la medaglia dal dirigente scolastico dell’istituto Leonardo Da Vinci Stefania Scolaro, primi classificati ognuno nella propria categoria.

 

 

 

 

 

 


25 febbraio 2016 - Oggi Milazzo

Gli studenti dell'Itet Leonardo Da Vinci

Istituto Da Vinci, al via il progetto "A scuola di OpenCoesione"

L’Itet Leonardo Da Vinci partecipa al prestigioso progetto “A scuola di OpenCoesione”. L’istituto milazzese, infatti, è stato selezionato dal Ministero dello Sviluppo Economico –Dipartimento per lo Sviluppo e la coesione sociale insieme ad altre 119 scuole in tutta Italia. Ieri gli alunni Francesca Aricò, Giuliana Basile, Riccardo Grillo, Angela Inglese,Maria Celeste Oteri e Luana Salvadore hanno partecipato alla giornata “Opendata Day” e illustrato, nell’Aula Magna della scuola, il portale opencoesione.gov ,nel quale sono accessibili i dati dei finanziamenti europei, statali e regionali dei progetti, programmati e attuati in Italia, riguardanti i periodi 2007/2013-2014/2020. «I ragazzi – spiega la professoressa Fiorella Teresa Turano – hanno sintetizzato il lavoro, fin qui svolto, che riguarda la raccolta di informazioni riguardanti il finanziamento della nuova sezione espositiva dell’Antiquarium e dell’area archeologica di Viale dei Cipressi e l’analisi della ricaduta della spesa pubblica nel territorio dai punti di vista economico e sociale. L’obiettivo che si propone la classe è quello di imparare a riutilizzare i dati aperti per proporre in maniera attiva una o più soluzioni per una migliore valorizzazione del patrimonio culturale e archeologico della città».

 


25 febbraio 2016 - Oggi Milazzo

Legalità, i familiari di Attilio Manca all’Istituto Da Vinci

Si è svolto nei giorni scorsi all’Itet Leonardo Da Vinci l’incontro “Vivere nella legalità”, voluto dalla dirigente scolastica Stefania Scolaro, da sempre molto sensibile a questa tematica e organizzato dalla professoressa Anna Sciotto, referente del “Progetto Legalità”. Hanno preso parte all’incontro l’avvocatoGianluca Manca e la signora Angela Manca, rispettivamente fratello e madre di Attilio Manca, vittima di mafia. Erano presenti, inoltre, la rappresentante dell’Associazione “Libera” presidio di Messina, Tiziana Tracuzzi e Vincenzo Scaffidi, Presidente dell’Associazione “il Giglio” di Milazzo con sede presso la Fondazione Lucifero. Tiziana Tracuzzi ha illustrato le attività realizzate annualmente dall’associazione ed ha invitato gli studenti a partecipare alla marcia che si terrà il 21 marzo 2016 a Messina. Vincenzo Scaffidi ha parlato delle iniziative promosse a favore dei bambini e dei ragazzi a rischio di esclusione e di emarginazione sociale del nostro territorio.

Il racconto doloroso e dettagliato di Gianluca Manca della triste vicenda del fratello Attilio, urologo di grande fama e vice primario dell’ospedale di Viterbo, ha coinvolto tutti i presenti, che si sono stretti in una struggente solidarietà verso i familiari. Dodici anni fa la morte di Attilio Manca fu archiviata come suicidio per overdose di eroina. L’incredulità dei familiari e di chi lo conosceva non ha arrestato la ricerca della verità. Il caso giudiziario, iniziato nel 2004 e tutt’oggi ancora aperto, per alcune “sviste”, ha dato adito ad irregolarità e ambiguità nello svolgimento delle indagini che lasciano pensare ad un complotto tra le istituzioni dello Stato e la mafia. La mancanza di impronte digitali nelle siringhe rinvenute nella casa in cui Attilio fu ritrovato, i lividi sul corpo, il setto nasale deviato, i due buchi nel braccio sinistro, pur essendo mancino, mostrano palesemente che Attilio non si è suicidato ma “è stato suicidato”. Attilio si era laureato con il massimo dei voti, aveva appreso all’estero tecniche operatorie all’avanguardia nel campo dell’urologia e per un destino beffardo aveva operato un uomo, uno qualsiasi per lui, ma molto noto alle forze dell’ordine come un pericoloso latitante, Bernardo Provenzano.

La verità “questa sconosciuta” nel caso di Attilio e di tanti altri che sono stati vittime innocenti della mafia, fa vivere nell’ombra i cittadini onesti. Diamo luce alla verità come hanno auspicato tutti i partecipanti e in particolare la studentessa Giorgia Ferraro della IV A A.F.M che nella lettera indirizzata alla famiglia Manca ha dato voce al desiderio di tutti noi, citando, tra l’altro, una frase di Nicassio: “Disse la Verità alla Falsità: Io sono il sole e tu sei il fulmine. Io illumino, tu abbagli. Io sono l’ora, tu sei l’attimo. Per quanto tu possa anticiparmi, io ti raggiungerò sempre.”


24 febbraio 2016 - Oggi Milazzo

Istituto Da Vinci, arriva il "Globe Trotter della sicurezza Stradale

“I giovani e la sicurezza stradale”. E’ questo il tema dell’incontro previsto per martedì 1 e mercoledì 2 marzo nell’aula magna dell’Itet Leonardo Da Vinci di Milazzo. Due giorni, con inizio alle 9, in cui relatore sarà Castrense Ganci, comandate della Polizia Municipale di Monreale. Ad introdurre i lavori la dirigente scolastica Stefania Scolaro e a seguire un dibattito con gli studenti presenti coordinati dalle professoresse referenti Pina Crisà e Katia Falliti.

Incidenti mortali, danni permanenti, disattenzione, sicurezza, responsabilità. Parlerà di questo  il comandante Castrense Ganci, ribattezzato “Il Globe Trotter della Sicurezza”, noto per l’intransigenza sulla Legalità e le molteplici iniziative portate avanti sul territorio. Ormai da anni, infatti, incontra a ritmo serrato le scuole, gli studenti, i giovani, le istituzioni, con l’impegno di fermare la strage che ogni giorno falcia decine e decine di vite sulle strade. Incontri fatti di immagini, spot d’impatto, messaggi, lezioni non convenzionali che calamitano l’attenzione dei ragazzi. Non è un caso se il “Globe Trotter della Sicurezza” riesce a toccare l’animo dei giovani. Nel 2010 il figlio è stato vittima di un gravissimo incidente stradale e si è salvato solo grazie al casco che indossava. «Quel casco segnato dall’incidente, con un avvallamento nella zona temporale grande come un pugno – dice il comandante – lo porto con me ogni volta che vado a fare lezione e lo mostro ai ragazzi. Spiego loro che è fatto di un materiale particolare, tante piccole cellette, come fossero dei minuscoli air-bag capaci di fare la differenza tra vita e morte».

 


16 febbraio 2016 - Oggi Milazzo

Al centro la dirigente Stefania Scolaro con i vincitori dei Giochi di Leonardo

“Giochi di Leonardo” al Da Vinci, ecco tutti i vincitori

Sabato 13 febbraio si è svolta all’Istituto Tecnico Economico Tecnologico “Leonardo da Vinci” di Milazzo la prima edizione dei “Giochi di Leonardo”, una gara di Informatica, Logica e Matematica aperta gratuitamente agli alunni delle seconde e terze classi delle Scuole Secondarie di 1° grado. La competizione, finalizzata a promuovere le competenze digitali e logico-matematiche, ha visto la partecipazione di più di 200 alunni provenienti da 6 Istituti della provincia di Messina: il Terzo Istituto Comprensivo “Zirilli” e il Secondo Istituto Comprensivo “Luigi Rizzo” di Milazzo, l’Istituto Comprensivo “G. Marconi” di Pace del Mela, l’Istituto Comprensivo “E. Fermi” di San Filippo del Mela, l’Istituto Comprensivo “S. D’Arrigo” di Venetico, l’Istituto Comprensivo “ L: da Vinci “ di Villafranca. Gli alunni si sono sfidati a partire dalle ore 9:00 davanti ai terminali dei laboratori di Informatica del “Leonardo da Vinci”, cercando di risolvere 15 quesiti di Informatica, Logica e Matematica in 45 minuti appositamente predisposti da una commissione nominata dal Dirigente Scolastico prof.ssa Stefania Scolaro. Alla fine della gara nell’Aula Magna dello stesso Istituto si è tenuta la premiazione. I vincitori delle due categorie “Alpha” per le II classi e “Beta” per le III classi, sono stati rispettivamente Nadia Geraci dell’ Istituto Comprensivo di Venetico e Giuseppe Schepis del terzo Istituto Comprensivo “Zirilli” di Milazzo che hanno vinto ciascuno un Tablet. I secondi e i terzi classificati delle due categorie, hanno vinto quattro Skill Card per il conseguimento della Nuova ECDL, la Patente Europea del Computer che potranno conseguire presso il “ Leonardo da Vinci “ di Milazzo essendo la scuola Test Center dell’Aica; per la categoria Alpha, gli alunni Giovanna Pileggi di Villafranca e Antonino Cottone di Roccavaldina e, per la categoria Beta, Stefano Sgrò della “Zirilli” e Matteo Guglielmo della “Luigi Rizzo”. Tutti gli alunni i hanno ricevuto l’attestato di partecipazione e le scuole di riferimento dei primi classificati riceveranno in premio una targa.


23 gennaio 2016 - Oggi Milazzo

Istituto Leonardo da Vinci, CIAK SI GIRA

L’ATTIMO IN CLASSE. La foto ritrae i ragazzi della Sezione Grafica dell’ITET Leonardo Da Vinci durante le riprese di un video girato all’interno della scuola in occasione della giornata contro la violenza sulle donne. 

Le riprese del video sono state effettuate da: Manuel Lucamante e Simona Fantarella della III A grafica.

Il montaggio è stato curato da Manuel Lucamante. La sceneggiatura da un gruppo di ragazzi di classi diverse.

 


13 gennaio 2016 - Oggi Milazzo

Ramona Parisse in Germania

Erasmus Plus, arrivano le mele prodotte dagli studenti

Erasmus Plus una bellissima esperienza che ho vissuto con altri due alunni dell’ITET Leonardo Da Vinci di Milazzo. Questo progetto, interamente finanziato dall’Unione Europea, nasce da una cooperazione tra Paesi il cui obiettivo principale è quello di promuovere lo studio in paesi stranieri e di conoscere altre culture ed altri punti di vista dei giovani europei. È una possibilità unica che viene offerta a tutti i giovani universitari e agli studenti delle scuole superiori. Io ho avuto la possibilità di vivere quest’esperienza grazie ad un viaggio di una settimana, accolta presso una famiglia in Germania ad Andernach. Lì abbiamo conosciuto ragazzi provenienti dagli altri sei paesi: Germania, Croazia, Grecia, Portogallo, Polonia e Lituania. Il nostro compito era, ed è tuttora, quello di creare un’impresa che produca e commercializzi le mele e i prodotti da queste derivati. In Germania abbiamo avuto modo di confrontarci con ragazzi e professori degli altri paesi per discutere delle problematiche e delle opportunità che ci sono nelle diverse realtà nazionali. Abbiamo avuto modo di apprendere come vanno le cose negli altri paesi attraverso conferenze e incontri con imprenditori locali. Particolarmente simpatica è stata l’iniziativa che ha visto tutti i paesi partecipanti al meeting offrire alcuni prodotti tipici delle zone di provenienza, correlati alle mele, in un improvvisato mercatino allestito nell’androne della scuola ospitante. Questa è stata la prima tappa un progetto che ha la durata di due anni. Un’esperienza conclusasi con ottimi risultati sia personali, che per il nostro gruppo di lavoro. Abbiamo conosciuto persone fantastiche e collaborato con loro in questo progetto che rappresenta un’occasione importantissima sia per perfezionare la lingua inglese, sia per ampliare il nostro bagaglio culturale.

Prossima tappa prevista la Croazia. Speriamo di fare un ottimo lavoro anche li, come “Italian Team” e di portare a casa tanti altri buoni risultati.

Ramona Parisse IV C Turismo

ITET Leonardo da Vinci


23 ottobre 2015 - Oggi Milazzo

La diretta su Uno Mattina con Renzo Arbore

Una nuova carta d’identità per la Rai parte da Milazzo e arriva al Quirinale. E a idearla sono stati undici studenti dell’Istituto Tecnico Economico e Tecnologico “Leonardo Da Vinci”. Loro che, supportati dalla professoressa Katia Falliti, hanno partecipato a un concorso indetto proprio dalla Televisione di Stato. Una competizione che ha impegnato migliaia di studenti di diverse regioni d’Italia chiamati a definire i compiti che la Rai dovrà perseguire nei prossimi dieci anni. Gli studenti avevano una sola linea guida, ispirarsi ai valori di libertà di espressione e comunicazione sanciti dalla Carta Costituzionale. Un lavoro, curato nei minimi dettagli, che ha consentito ai giovani studenti milazzesi di classificarsi tra le diciotto scuole finaliste di cui solo tre siciliane. Ottanta quelle partecipanti. A giudicare e premiare i lavori Renzo Arbore componente della giuria. «Lo slogan che abbiamo scelto – racconta la professoressa Falliti – è Rinnovamento Aggiornamento Informazione, tre parole individuate utilizzando le iniziali della Parola Rai». Nel testo i ragazzi sintetizzano come immaginano la Rai del futuro. Si parla di diversità culturali, linguistiche, storiche e sociali ma anche di imparzialità del pensiero da preferenze politiche, etiche e religiose. Gli studenti che hanno aderito al concorso sono Noemi Amalfi,Giulia Costantino, Alessandra D’Amico, Adriana Loiacono, Sabrina Rexhay, Noemi Trovatello, Carmen Salmeri. Loro, accompagnate dalla docente, hanno partecipato alla giornata conclusiva dell’iniziativa “Una nuova carta d’identità per la Rai” che si è svolta nel Salone delle Feste del Palazzo del Quirinale, dove hanno incontrato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nella Sala Capitolare della Biblioteca del Senato, dove hanno conosciuto Sergio Zavoli, e nella sala degli Arazzi della Direzione Generale della Rai. Il lavoro durante l’anno scolastico è stato portato avanti anche da Ramona Paris, Miriano Vazzano e Elisa Squadrito. Mentre il video presentato come supporto alla Carta d’Identità è stato ideato e realizzato da Manuel Lucamante. «E’ stata un’esperienza magnifica – dice Alessandra – abbiamo anche visitato gli studi di Viale Mazzini e assistito alla diretta di Uno Mattina. Dove siamo state intervistate». «E’ stato bellissimo – interviene Giulia – tu partecipi ad un concorso ma non ti aspetti di fare un’esperienza così interessante». «Per tutto questo dobbiamo ringraziare la dirigente Stefania Scolaro – precisa Sabrina – è lei che ci offre sempre tante l’opportunità». «Questa scuola – interviene la preside – per i ragazzi è una seconda famiglia. Per noi loro non sono numeri ma persone. Che vanno seguiti passo dopo passo nella loro formazione. Vogliamo che siano cittadini abituati ad affrontare qualsiasi tipo di sfida. Con giudizio e responsabilità». «Mi ha sorpreso – interviene Adriana – lo spirito organizzativo che ha animato tutto il nostro percorso». «Non nascondo – dice Carmen –che conoscere personalmente il presidente della Rai Monica Maggioni e il direttore generale Antonio Campo dall’Orto è stato emozionante». «E’ stato bello – precisa Noemi Trovatello – poter scoprire tramite questo concorso anche le vecchie trasmissioni Rai che noi non conoscevamo». «Ricevere un riconoscimento di questo tipo – conclude Noemi Amalfi – gratifica tantissimo. E’ bello sapere che tutti i nostri sforzi, interi pomeriggi passati a studiare l’evoluzione negli anni della Tv di Stato, non sono stati vani». Apprezzato anche il video. «Dura 59 secondi – dice Manuel – ed ho fatto tutto in cinque giorni, tre giorni dedicate alle riprese e due al montaggio».

Gli studenti con la preside Stefania Scolaro e la professoressa Falliti

La carta d’Identità pensata dagli studenti del Leonardo Da Vinci è stata presentata anche a Palermo nell’ambito di un convegno “Nuove sfide per la televisione pubblica e locale” organizzato dal Corecom Sicilia e dall’Università di Palermo.

Rossana Franzone

I.T.E.T. Leonardo Da Vinci per "Una nuova carta d'identità per la RAI" (video)

 


23 ottobre 2015 - Oggi Milazzo

Il disegno di Gabriele Fracassi

“Messina tra le onde”, vince l’istituto Da Vinci di Milazzo

Un veliero che trascina un moderno yacht. Il passato che porta il presente. Il disegno a matita realizzato da Gabriele Fracassi si è classificato primo nell’ambito del concorso “Messina, tra le onde del mare e le vele di ieri, di oggi e di domani”. L’ennesimo successo che porta a casa un alunno dell’Istituto Tecnico Economico e Tecnologico “Leonardo Da Vinci” di Milazzo. Lo studente, che frequenta il terzo anno della sezione grafica, ha presentato il miglior disegno di tutte le scuole di Messina e provincia. Si tratta di un concorso indetto dal Comando Marittimo Sicilia in collaborazione con il Comune di Messina nell’ambito della prima edizione della “Festa della Marineria”. «Alla manifestazione – spiega la dirigente Stefania Scolaro – che si è svolta dal 7 all’11 ottobre scorso a Messina nella zona Falcata, hanno partecipato i ragazzi del nautico. Gabriele Fracassi, invece, ha vinto questo prestigioso riconoscimento con un disegno che ha messo in evidenza il tema del concorso. Un mezzo navale antico che, invece di essere dimenticato, riesce a trascinare un mezzo moderno». Lo studente è stato premiato dal contrammiraglio Nicola De Felice.

 


Istituto Da Vinci, la sezione nautica viaggia a vele spiegate. Ma ora arriva l’ottica

 22 settembre 2015 - Oggi Milazzo

               Il Tecnico Da Vinci di Milazzo            

VIAGGIO NELLE SCUOLE 3. Due nuove specializzazioni per l’indirizzo “Trasporti e Logistica”. Il nuovo anno scolastico all’istituto “Leonardo Da Vinci” parte a vele spiegate. Per gli studenti iscritti al Nautico, infatti, aumenta la scelta formativa. Oltre a “Conduzione del mezzo navale” adesso possono frequentare anche “Conduzione di apparati e impianti marittimi” e “Costruzioni Navali”. Una scuola sempre in crescita quella di via Risorgimento.

  La preside Stefania Scolaro  

E la preside Stefania Scolaro non ha nessuna intenzione di fermarsi. Ogni giorno lavora per ampliare la scelta da offrire ai ragazzi milazzesi. «Per il prossimo anno – anticipa – abbiamo già richiesto gli indirizzi “Ottico” e “Odontotecnico”». «La scelta di potenziare il nautico – continua – è anche dovuta al numero sempre crescente d’iscrizioni». Quest’anno tre nuove prime hanno cominciato il loro percorso di studi che andrà avanti cinque anni. «Il nostro – precisa la dirigente – è un indirizzo completo. Non è assolutamente vero che dopo il biennio i ragazzi dovranno trasferirsi a Messina per conseguire il diploma». La preside Scolaro ci tiene ad una precisa informazione che riguarda l’istituto che dirige da cinque anni. Due i settori proposti. Quello Economico che ha gli indirizzi “Amministrazione Finanza e Marketing”, “Sistemi Informatici aziendali”, “Turismo”. E quello Tecnologico che ha “Trasporti e Logistica” “Costruzione Ambiente e Territorio”, “Grafica e Comunicazione”, “Informatica e Telecomunicazioni”. Quattro le lingue che gli alunni hanno la possibilità di studiare: inglese, francese, tedesco e spagnolo.

        L’inaugurazione del Nautico    

«Ogni volta durante l’orientamento – dice – spiego personalmente ai genitori l’importanza dei nostri corsi. E la differenza che c’è con gli altri, soprattutto per quanto riguarda la continuazione degli studi all’università e il mondo del lavoro». Il “Leonardo Da Vinci”, per esempio, è l’unica scuola milazzese ad avere l’informatica. Ed è una delle poche in Sicilia ad avere l’ESA BAC, la possibilità di ottenere, con un solo esame, due diplomi. Quello italiano e quello francese. Ma non solo. Agli 850 alunni vengono proposti tantissimi progetti e attività collaterali che riguardano le aree linguistiche e umanistiche. Così come quelle sociali ed espressive. Senza mai dimenticare la formazione e il lavoro. «I ragazzi del nautico – continua la preside – tra qualche settimana parteciperanno alla Festa della Marina Militare. E sempre per loro è previsto un corso di vela, svolto

 

          Gli studenti del Nautico        

già lo scorso anno, e il nuovo corso d’immersione». Fiore all’occhiello dell’istituto rimane il laboratorio di grafica allestito per gli studenti dell’Indirizzo “Grafica e comunicazione”. «E’ dotato di tutto – conclude Stefania Scolaro – Ogni opuscolo realizzato per la scuola viene fuori dalle loro ore di studio». Primo fra tutti quello ideato per pubblicizzare le attività dell’istituto. Tascabile, colorato e chiarissimo. Tra qualche giorno dieci studenti verranno ospitati nella sede Rai di Viale Mazzini. L’istituto milazzese, infatti, è tra i sedici italiani che hanno ideato la migliore nuova carta d’identità della Rai. Un concorso che premierà solo tre scuole. «Speriamo – commentano gli studenti – di tornare a casa con un nuovo successo».

Rossana Franzone

 

Segreteria

L’Ufficio di Segreteria effettua l’apertura al pubblico nei seguenti giorni ed orari: 

 AMMINISTRATIVA

DIDATTICA

Lunedì

9.00

12.30

     

Lunedì  

9.30

12.30

Martedì

9.00

12.30

 

Lunedì

15.00

16.30

Mercoledì

9.00

12.30

 

Martedì 

9.30

12.30 

Mercoledì

15.00

16.30

 

Mercoledì

9.30

12.30

Giovedì

9.00

12.30

 

Giovedì

 9.30

12.30

Giovedì

15.00

16.30

 

Giovedì

15.00

16.30

Venerdì

9.00

12.30

 

Venerdì

 9.30

 12.30

Il sabato, in concomitanza con la sospensione dell’attività didattica, gli Uffici rimarranno chiusi.

Albo on line

albo on line

 

Alternanza Scuola-Lavoro

Corso formazione docenti per l'alternanza scuola-lavoro

 
Go to top